INFO

instagram_logo.png
  • Wix Facebook page
  • Wix Twitter page
  • YouTube Classic

Si sa che la rete è uno strumento pieno di risorse e che ci semplifica la vita. Ci aiuta a stare in contatto con persone lontane ed i Lift questo lo sanno bene poiché, per il loro progetto, è stata un elemento di contatto fondamentale.

 

I Lift si sono per la prima volta incontrati a Roma in coda all'ingresso di un concerto (degli U2) dove hanno avuto modo di vedersi e conoscersi a parlare della propria passione in comune: la musica. Era l'ottobre del 2010 e Marco, Baz e Sara suonavano in una band umbra con il sogno di far nascere qualcosa di proprio. Allison invece, prestava la sua voce per una giovane band con altrettanti sogni e speranze e qualche buon riconoscimento.

Per qualche mese la rete ha permesso loro di mantenere i contatti fino a quando, nel maggio 2011, le circostanze hanno voluto che Marco (batterista), Baz (chitarrista) e Sara (bassista) si trovassero senza una voce e che Allison avesse bisogno di una nuova band. Il progetto ipotizzato nei mesi precedenti da Baz ed Allison poteva avere la prima possibilità di nascere.

Fu quindi l'alba di una collaborazione a distanza che, dopo una lunga gestazione, viste anche limitate possibilità d'incontro, ha permesso la realizzazione di un primo EP con una selezione del lavoro musicale fino ad allora realizzato.

Dopo la pubblicazione dell'EP, Crashed at Party, realizzato in collaborazione con Fresco (della J-band di Jovanotti) e del video ufficiale di Green (Hope), il primo singolo estratto dal disco, le strade di Allison e Baz, Marco e Sara di colpo si dividono.

Il 2014 diventa così l'anno di Giulia, 23enne toscana, nuova voce dei Lift, scoperta durante una serata di musica dove i Lift facevano da spettatori. Giulia prestava la sua voce per una tribute band U2 (sì, esatto, il caso ha voluto due volte su due con gli U2).

Dopo mesi di prove, per amalgamare il sound alla nuova voce, iniziano i primi live e i Lift capiscono che del palco non possono proprio farne a meno. Le melodie fresche, immediate e di facile assimilazione, unite alla voce di Giulia, generano una positiva miscela dai ritmi pop-rock e si accompagnano efficacemente con le parole in lingua inglese e italiana.

 

Con la nuova formazione nasce il singolo di Natale 2014 You, Me and Christmas, trovano la luce brani concepiti con la precedente band e prendono vita nuove canzoni come Bridge of Love e Leave it Back.

Dopo essere stati selezionati come finalisti, nel 2015, per i concorsi Urban Ecofestival di Prato e Una Canzone in cui Credere – Premio Friuladria, la band è stata inserita, l'anno successivo, fra gli artisti scelti per le semifinali del concorso nazionale Umbria Voice 2016, selezionata fra oltre 1.500 proposte.

Nello stesso anno, in una serie di importanti esibizioni, fra cui quella al festival Villaggio Rock a Castiglion Fiorentino, i Lift salgono anche sul prestigioso palco del Mengo Music Fest di Arezzo, in cartellone con Cosmo e gli americani Son Lux, dove vengono presentati i primi pezzi in italiano. Nascono successivamente nuove canzoni che, in gran parte, finiranno nel primo LP della band, come Il Sottile Equilibrio dell'Amore premiata dalla giuria del Sonority Festival di Ferrara, presieduta da Ricky Portera, come "miglior testo".

 

Il 21 giugno 2017, dopo aver raggiunto le finali nazionali del SanremoRock, viene pubblicato il primo singolo in lingua italiana Il Profumo d’Estate con relativo video e, nei mesi successivi, i Lift si aggiudicano il premio tecnico Ulian’s Live Contest (dopo aver ottenuto nel gennaio precedente il premio della giuria popolare) e il primo premio al Porto Recanati Summer Festival, proprio con il brano Il Profumo d’Estate, di fronte ad una giuria presieduta dal talent-scout Michele Pecora.

 

Il successivo autunno, dopo la partecipazione al Beat Festival di Empoli e il ritorno, come ospiti, al Summer Festival di Porto Recanati, la band torna in studio e completa l'LP Il Primo Album in Italiano che sarà poi presentato il 21 dicembre 2017 al Teatro dei Ricomposti di Anghiari, sold-out per l’occasione. L’album vede la partecipazione internazionale, in due brani, della musicista britannica Mally Harpaz (della Anna Calvi’s band), del chitarrista dei Kitsch e degli Achtung Babies Edo Faiella in Lo dice Freud e di Freddy Wales in Green Hope, la prima delle tre tracce bonus del disco.

 

Nel febbraio del 2019 viene inaugurato il canale ufficiale VEVO Youtube della band con la pubblicazione della videoclip del brano Lo dice Freud (È solo un Incubo) feat. Edo Faiella. In marzo, i Lift vengono nominati miglior band del mese dalla webzine specializzata System Failure.

La stagione live 2019 vede i Lift tornare come ospiti al festival Villaggio Rock, al Mengo Music Fest (in apertura a Clavdio, Motta e M¥SS KETA) e al Beat Festival di Empoli oltre a vincere il Roccalling Music Festival 2019 e il Gallinarock 2019 di fronte a giurie composte da esperti del settore e rappresentanti del MEI (Meeting degli Indipendenti). Ad agosto 2019, la band scalda il palco all’esibizione di Nada Malanima e apre ufficialmente un concerto dei Modena City Ramblers. Il mese si chiude con l’ottenimento della menzione speciale per la più alta valutazione da parte della giuria tecnica del DistrArte Festival di Ascoli Piceno. A settembre, i Lift, ottengono il primo posto alla IV edizione del Divinamente Cantando Festival di Montefelcino (Pesaro Urbino) mentre il 5 ottobre sono ospiti del MEI25 dove si esibiscono alla Notte Bianca MEI 2019.

Utilizziamo cookie per migliorare la vostra esperienza nel web. Continuando a navigare sul nostro spazio web acconsentite al loro utilizzo in conformità con la nostra politica dei cookie che potete leggere qui.

© 2013-2019 by BAZ

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now